Edublog

23 October 2019

Ninna Nanna , ninna no

Ho troppi sogni per andarmene a dormire!(P. Turci, Viva da morire) Dormire è un bisogno naturale, eppure a volte per un bambino o una bambina può essere una questione complicata! Non è sempre facile passare dai ritmi dei primi mesi a quelli del ‘vivere civile’ fatti di giorno e notte, e di orari opportuni…E, un po’ come per il mangiare, può accadere che le cose diventino faticose.Sono le prime situazioni in cui si mette in gioco l’educazione come fatto relazionale, che chiama...

26 February 2019

Crescere è un esercizio di coraggio

Crescere è un continuo esercizio di coraggio. E il coraggio è affrontare la paura. La paura è un sentimento sano, buono e giusto, che ci fa riconoscere o immaginare i pericoli,che ci fa pensare alle conseguenze delle nostre azioni, che ci allerta prima di agire, o che addirittura frena il nostro agire. La paura si nutre della nostra immaginazione e della nostra memoria in un modo potentissimo. Allo stesso tempo alimenta l’immaginazione e la memoria. La paura amplifica i sensi, tutti e cinque, anche il sesto.

21 May 2018

Vento, aquiloni e giochi all'aria aperta

In occasione della Festa degli Aquiloni 2018 (16/17 giugno 2018)....... Consigli di lettura a cura dei bibliotecari e delle bibliotecarie del Sistema Urbano di Bergamo. Per bambini e bambine dai 3 ai 99 anni. A cura di Nora Gamba, Sistema bibliotecario urbano di Bergamo BIBLIOGRAFIA SCARICABILE QUI.

23 April 2018

Identità e genere: il diritto ad essere come si è

" .... i maschi sono forti perchè tutti i papà sono forti, sono bravi a tirare il pallone, sanno piantare i chiodi, sanno spostare le cose pesanti" (bambini e bambine anni 3, Nido) "....le femmine sanno ballare meglio, sanno truccarsi, mettersi il rossetto, i brillantini, gli occhiali da sole...sono veloci..." (bambini e bambine anni 5, Scuola Infanzia)

07 December 2017

Storie per leggere: quattro ricette per star bene un anno intero!

  Papà, mi compreresti un libro?» «Un libro? E per che cavolo farci?» «Per leggerlo». «Diavolo, ma cosa non va con la tele? Abbiamo una stupenda tele a ventiquattro pollici e vieni a chiedermi un libro! Sei viziata, ragazza mia!(Roal Dahl,Matilde)   #LEGGEREFABENEALLEPAROLE Ormai è risaputo, gli studi hanno dimostrato che un’esposizione precoce alla lettura aumenta l’ampiezza del vocabolario, migliora la qualità lessicale, ampie parti di cervello vengono sollecitate durante l’azione del leggere, creando nuove sinapsi e connessioni. E’ dimostrato che i bambini...