Garante

26 May 2019

Diritto al gioco e allo sport per bambini e ragazzi con disabilità

Negli oltre 8.000 comuni italiani, solo poco più di 350 hanno parchi inclusivi e/o parchi che al proprio interno prevedono almeno una giostra adatta anche a bambini con disabilità: una percentuale davvero bassa, che non arriva al 5% della copertura nazionale.

Avere giochi e aree gioco alla portata di tutti i bambini significa far crescere la comunità e la società perché giocare insieme permette di fare amicizia, maturare affetti e crescere come adulti consapevoli. Inoltre, giocare all’aperto, al parco o in un’area verde, permette di sperimentarsi nel proprio corpo e sviluppare la propria autonomia, indispensabile per sentirsi liberi, per essere liberi e sviluppare l’autostima e il rispetto per sé stessi e gli altri (UILDM, dal testo, pag 89).

A Bergamo città 4 parchi sono in grado di soddisfare parzialmente i criteri di inclusione. C’è spazio per crescere e migliorare anche da noi!

L'Autorità Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza ha proposto alcune linee guida (vedi articolo oppure consulta le linee guida).